27 novembre 2013

Sangemini in crisi




Il prestigioso marchio di acque minerali Sangemini rischia il fallimento.

In questi giorni si stanno avvicendando gli incontri tra la proprietà, i sindacati, i vari soggetti interessati a investire nel futuro dell'azienda, come la cordata formata da Norda-Gaudianiello, Unicredit e Gianantonio Tramet, il broker  che lavora nell’intermediazione in Italia e all’estero con primarie catene distributive di beni di largo consumo, e che potrebbe garantire ai prodotti Sangemini una penetrazione di mercato migliore di quella attuale.

Sono giorni concitati, in cui le preoccupazione dei lavoratori e delle loro famiglie si sommano all'apprensione di chi non può altro che assistere a un altro pezzo della nostra povera Italia che traballa sempre di più

Speriamo bene.

Gian Tramet durante una gara
Gian Tramet durante una gara



Nessun commento:

Posta un commento