27 dicembre 2007

AADI invited by Istitute of Italian Culture to Amsterdam - Invito ad Amsterdam




(Italiano più sotto)
AADI was invited by Institute of Italian Culture of Amsterdam to partecipate to the "Openavond" event that will take place January 4th 2008 from 19.00 to 23.00.

The event is meant to illustrate the mission and events organized by the Istitute.

It's an excellent opportunity for us to get in touch with the prestigious institute and present our activities and the place we all love so much: our Molise!!

Some of the members of our association will go to the event, and will report about it.

The only condition AADI is asking his members to let them participate, is that they must use a very Italian means of transportation (one suggestion is represented by the picture above...)

**************************************************************************************
L'AADI è stata invitata dall'Istituto Italiano di Cultura ad Amsterdam a partecipare all'evento "Openavond", che avrà luogo ad Amsterdam il 4 gennaio 2008 dalle 19.00 alle 23.00.

La finalità dell'evento è illustrare obiettivi ed eventi dell'Istituto.

E' una eccellente opportunità per noi per entrare in contatto con il prestigioso Istituto e presentare le nostre attività e la regione che noi tutti amiamo così tanto: il Molise!!

Alcuni membri della nostra associazione si recheranno all'evento, e lo racconteranno a tutti noi.

Una sola condizione è stata posta dall'AADI per consentire la partecipazione all'evento: un mezzo di trasporto italianissimo (un mezzo sicuramente ammesso è quello descritto nella foto sopra...)

24 dicembre 2007

MOLISE - HEART OF EUROPE - cuore dell'Europa

RAI (Italian TV) broadcasted a news report about AADI a few days ago.
You can watch the video by clicking on the picture above.

I added English subtitles to it, so you can follow it word by word.

It is an extraordinary reward for our association, which more and more gathers consensus and reputation for its continuous activity of promoting Molise worldwide and assisting foreigners who want to live or invest here.

AADI is now preparing the Second Home International Fair, which will take place in Utrecht (The Netherlands) the end of march, where the association will participate as exhibitor with a stand in order to present, to international investors, high quality real estate investment opportunities in Molise.

I invite you to send me your comments about the service and suggestions/remarks for the activity of our association. Every comment will be welcome.

I like to take this opportunity to wish you all
Merry Christmas and happy new year!!!

**********************************************************************************
Il tg3 molise della RAI ha trasmesso qualche giorno fa un servizio sull'AADI.
Lo potete vedere cliccando sulla foto qui sopra.


Ho aggiunto i sottotitoli in inglese, per permetterne la comprensione anche agli amici stranieri.

Si tratta di uno straordinario riconoscimento per la nostra associazione che, sempre di più, raccoglie consensi e notorietà per la sua costante attività di promozione internazionale del Molise e di assistenza agli stranieri che vogliono vivere o investire qui.

L'AADI si sta ora preparando per la Fiera Internazionale della Seconda Casa, che si terra a fine marzo ad Utrecht, e dove l'associazione sarà presente con uno stand per presentare, a investitori esteri, le opportunità di investimento immobiliare di alta qualità in Molise.

Vi invito a mandarmi commenti sul servizio e suggerimenti/osservazioni per l'attività della nostra associazione. Ogni vostro commento sarà graditissimo!

Con l'occasione, auguro a tutti




15 dicembre 2007

SNOW IN MOLISE - NEVE IN MOLISE

(testo italiano più sotto)

The perfect Christmas atmosphere.

Today, people all over Molise, from the mountains to the sea, woke up with a special and fascinating view: a landscape enriched by snow.
Also the Tremiti islands enjoyed the show it happened last time 25 years ago!!).

So, if you are looking for the perfect place where to take your perfect Christmas pictures, now you know where to go...!

On this site, some webcams that let you enjoy in real time some views of the Molisan snow...

*********************************************************************
Vera atmosfera natalizia.

Oggi il Molise, dalle montagne al mare, si è svegliato avvolto da una coltre di neve.
Anche le isole Tremiti sono state interessate dal fenomeno (non nevicava da 25 anni!!)

Quindi, per chi fosse alla ricerca del posto ideale dove fare stupende foto natalizie, ora sa dove può recarsi...!

Su questo sito alcune webcam per ammirare alcune vedute in tempo reale della neve.

01 dicembre 2007

UNIVERSITY RESEARCH ON AADI - L'UNIVERSITA' STUDIA IL FENOMENO AADI

PRESS RELEASE - COMUNICATO STAMPA

(testo in italiano più sotto)

University of Molise, faculty of Touristic Sciences, decides to take a closer look to AADI.

Indeed, the phenomen of dozens of north europeans coming to Molise to discover a new place to live (and not only to visit!), as if it was a modern promised land, cannot be unnoticed.
The reasons of this unique appeal, as well as the needs and expectations of foreign people migrating to Molise, will be registered and studied by the University project.

The supervisor of the project is professor Antonio Minguzzi, who, as first step, assigned to one of his best students a degree thesis about AADI and the phenomenon of foreign tourists who love molise. The student herself is not Italian and migrated to Molise. Her thesis will analyze, with a scientific approach, this phenomenon.

The student already started his work of data collection with the help of Michele Vitale, president of AADI, and of Cap and Mary-Anne Wiertz, two very active and inexhaustible AADI Dutch members. The results of the work are expected within spring 2008.

*********************************************************************************

L'università del Molise, facoltà di Scienze Turistiche decide di studiare l'AADI da vicino.

In effetti, il fenomeno delle decine di turisti nord-europei che, giunti in Molise, scoprono un mondo non solo da visitare ma in cui desiderare di vivere, quasi fosse una moderna terra promessa, non può passare inosservato. Le ragioni di questa singolare passione, come i bisogni e le aspettative di questi europei che desiderano migrare in Molise, saranno registrati e studiati nel progetto di ricerca ideato dall'Università.

Supervisore del progetto è il prof. Antonio Minguzzi che, come primo passo del progetto, ha assegnato a una delle sue migliori studenti una tesi di laurea sull'AADI e sul fenomeno dei turisti stranieri che amano il Molise. Anche la studentessa, non italiana, da qualche anno si è trasferita definitivamente in Molise. La tesi analizzerà, con metodologia scientifica, tale fenomeno.

La studentessa ha già iniziato il lavoro di reperimento dei dati con la collaborazione di Michele Vitale , presidente dell'AADI, e di Cap e Mary-Anne Wiertz, due attivi e infaticabili soci fondatori dell'AADI. I risultati del lavoro di ricerca sono attesi per la primavera del 2008.

30 novembre 2007

HERE YOU CAN READ GAMBERO ROSSO ARTICLE - QUI L'ARTICOLO GAMBERO ROSSO

(Testo italiano più sotto)

As I wrote in my post of november 2nd, I post now on the blog the article published in the prestigious gourmet magazine "Gambero Rosso". Just click on the image to view a full screen picture of the article. Soon in this post the translation in english...
The second article (taken from Gambero Rosso alike) is about the hotel-restaurant "La Casa Molisana" a project strongly endorsed by AADI, an extraordinary example of what Molise could mean in terms of touristic developments and quality of offered services.

**********************************************************************************

Come avevo anticipato nel mio post del 2 novembre, inserisco qui di seguito gli articoli apparsi sulla prestigiosa rivista gastronomica "Gambero Rosso". Cliccate sopra le foto per visualizzarle a tutto schermo. Il secondo articolo parla dell' albergo-ristorante "la Casa Molisana", un progetto sponsorizzato e supportato dall'AADI, come straordinario esempio di quello che il Molise può significare dal punto di vista dello sviluppo turistico e della qualità dei servizi offerti.



Posted by Picasa

21 novembre 2007

L'AADI presente all'EXPOITALIA a Bruxelles!



(English text herebelow)

E così, dopo aver pubblicato, col mio ultimo post, una utile tabella riassuntiva dei voli tra il Benelux e l'Italia, vi dò un buon motivo per utilizzarla subito: per esempio... venire a visitare l'AADI a Bruxelles, dove la nostra associazione è stata invitata dalla Regione Molise a partecipare all'Expoitalia 2007, fiera di cultura, arte, prodotti italiani. La fiera si terrà dal 22 al 25 novembre.

L'AADI sarà rappresentata per l'occasione da Adrian e Hildegard, una simpatica e ospitale coppia di belgi che coraggiosamente, 2 anni fa, ha lasciato il Belgio, i loro cari, i loro lavori per approdare in Molise, inseguendo un sogno: trasferirsi e avviare una nuova vita nella terra che così tanto desideravano...
Potete leggere un bell'articolo sulla loro storia cliccando qui.

E ora, 2 anni dopo, Adrian e Hildegard tornano là da dove sono partiti, per raccontare la loro esperienza ad altre persone che, come loro, nutrono curiosità o passione per il Molise e che un giorno, forse, seguiranno le loro orme.

Adrian e Hildegard gestiscono questo splendido e accogliente ristorante albergo, che è situato nel cuore del Molise, in una delle aree rurali più affascinanti in Italia.

L'AADI è orgogliosa di essere rappresentata da questa coppia di amici all'Expo. Per chi li conosce bene, Adrian e Hildegard rappresentano il coraggio, la determinazione, la buona volontà e l'ospitalità: tutti valori su cui si fonda l'AADI e che vogliamo trasmettere a chiunque si avvicini alla nostra associazione.

*************************************************************************************

So, after publishing the useful table summarizing all the flights routes between Benelux and Italy, I give you the concrete opportunity to use this table: for example... going with AADI to Bruxelles, where our Association has been invited by Regione Molise at the "Expo Italia 2007" an exhibition about Italy, its culture, its products. (the site is also in Dutch!!) The fair will take place from November 22nd to 25th.

AADI will be represented by Adrian and Hildegard a friendly and hospitable Belgian Couple who bravely left, two years ago, Belgium and their beloved, their jobs to follow a dream: come in Molise and start a new life in the land of their dreams...
You can read more about them clicking this link.

And now, two years later, they are going back to the place where they came from, to talk about their experience to people who, like them, are interested in Molise and could, maybe one they, follow their same dream.

Adrian and Hildegard run this beautiful and cosy restaurant-hotel which is located in the very earth of Molise, in one of the most fascinating rural areas of Italy.

AADI is proud of being represented by Adrian and Hildegard at the Expò. For the people who know them well, they mean courage, determination, good will and hospitality: all values on which AADI is based and that we want to communicate to our friends.

10 novembre 2007

NUOVI VOLI NORD EUROPA - MOLISE (NEW FLIGHTS SERVING NORTH EUROPE AND MOLISE)



(English text herebelow)


Una interessante notizia per i nostri amici che percorrono spesso per lavoro (poveretti!) o per piacere (beati loro!) la tratta aerea tra il Molise e l'Olanda, il Belgio, la Germania.

Dal 15 dicembre 2007, infatti la compagnia MyAir, inserirà nel suo pacchetto voli anche la tratta Bari-Amsterdam e Bari-Bruxelles. Il costo dovrebbe essere 50 euro circa a tratta, tasse escluse.

Si tratta credo, della soluzione più comoda per arrivare e partire dal Molise (le alternative prima erano Napoli e Roma...).

Inserisco qui sotto la utile tabella riepilogativa tratta dall'aggiornatissimo blog amico guidolanda.blog.dada.net, che invito tutti a visitare!

Infine una proposta: perchè non firmiamo una petizione on-line per chiedere alle varie compagnie aeree low cost di fare arrivare i loro aerei anche all'aereoporto di Pescara? Il Molise ha bisogno e merita uno scalo vicino che la colleghi al cuore dell'Europa!!! Fatemi sapere che ne pensate (tramite mail, oppure tramite commenti a questo post) così eventualmente mi attivo.

A very interesting news for our friends who frequently, for work (poor devils!) or for pleasure (lucky them!) take flights from The Netherlands,Belgium and Germany to Molise, and viceversa.

Indeed, since December 15th 2007 the air carrier MyAir, will enrich its flight schedules with the routes Bari-Amsterdam and Bari-Bruxelles. Price should be € 50 tax excluded, one way.

I believe this air route could become the most convenient one so far; indeed, Bari is closer to Molise than Napoli and Roma (other alternatives so far) and is much better linked, both by motorway and by train to lower-east Molise (Termoli, Guglionesi, Campomarino).

Lastly, one question: do you like the idea of signing an online request that we will send to some low cost Air Companies, in order to ask them do offer a route also to the Pescara airport (90 km to Molise)? Molise needs and deserve a closer airport that can connect it to the heart of Europe!! Plese let me know what you think of this idea either wrting an email or commenting this post.

Here is a very useful summarizing table with all the current routes between central-northern Europe and Italy. This and other information regarding this post were taken by the incredibly interesting and updated blog guidolanda.blog.dada.net.



Partenza Arrivo Compagnia Aerea
Bari (BRI) Amsterdam Schiphol (AMS) Myair
Bari (BRI) Bruxelles Zaventem (BRU) Myair
Brindisi (BRI) Bruxelles Zaventem (BRU) Jetairfly
Bologna (BLO) Bruxelles Zaventem (BRU) Brussels Airlines
Brindisi (BDS) Bruxelles Zaventem (BRU) Brussels Airlines
Cagliari (CAG) Bruxelles Zaventem (BRU) Brussels Airlines
Cagliari (CAG) Bruxelles Zaventem (BRU) Jetairfly
Catania (CTA) Amsterdam Schiphol (AMS) Transavia
Catania (CTA) Bruxelles Zaventem (BRU) Brussels Airlines
Catania (CTA) Bruxelles Zaventem (BRU) Jetairfly
Firenze (FLR) Amsterdam Schiphol (AMS) Meridiana
Forli' (FRL) Bruxelles Charleroi (CRL) Ryanair
Lamezia Terme (SUF) Bruxelles Jetairfly
Milano Malpensa (MXP) Amsterdam Schiphol (AMS) Easyjet
Milano Malpensa (MXP) Bruxelles Zaventem (BRU) Brussels Airlines
Milano Malpensa (MXP) Maastricht (MST) Volareweb
Milano Malpensa (MXP) Rotterdam (RTM) Volareweb
Milano Orio al Serio (Bergamo) (BGY) Amsterdam Schiphol (AMS) Transavia
Milano Orio al Serio (Bergamo) (BGY) Bruxelles Charleroi (CRL) Ryanair
Milano Orio al Serio (Bergamo) (BGY) Bruxelles Zaventem (BRU) Brussels Airlines
Milano Orio al Serio (Bergamo) (BGY) Eindhoven (EIN) Ryanair
Napoli (NAP) Amsterdam Schiphol (AMS) Sky Europe
Napoli (NAP) Amsterdam Schiphol (AMS) Transavia
Napoli (NAP) Bruxelles Zaventem (BRU) Brussels Airlines
Napoli (NAP) Bruxelles Zaventem (BRU) Jetairfly
Olbia (OLB) Bruxelles Zaventem (BRU) Jetairfly
Palermo (PMO) Amsterdam Schiphol (AMS) Transavia
Palermo (PMO) Bruxelles Zaventem (BRU) Jetairfly
Pisa (PSA) Amsterdam Schiphol (AMS) Transavia
Pisa (PSA) Bruxelles Charleroi (CRL) Ryanair
Pisa (PSA) Eindhoven (EIN) Ryanair
Roma Ciampino (CIA) Bruxelles Charleroi (CRL) Ryanair
Roma Ciampino (CIA) Eindhoven (EIN) Ryanair
Roma Fiumicino (FCO) Amsterdam Schiphol (AMS) Sky Europe
Roma Fiumicino (FCO) Amsterdam Schiphol (AMS) Condor
Roma Fiumicino (FCO) Bruxelles Brussels Airlines
Roma Fiumicino (FCO) Rotterdam (RTM) Transavia
Torino (TRN) Bruxelles Charleroi (CRL) Ryanair
Trapani (TPS) Bruxelles Zaventem (BRU) Club Air
Venezia (Treviso) (TSF) Amsterdam Schiphol (AMS) Transavia
Venezia (Treviso) (TSF) Bruxelles Charleroi (CRL) Ryanair
Verona (VRN) Amsterdam Schiphol (AMS) Transavia
Verona, Villafranca Bruxelles Charleroi (CRL) Club Air



Visualizzazione ingrandita della mappa

03 novembre 2007

Ristoratori e produttori molisani, uniamoci!

(english version herebelow)

Il Molise è una regione tutta da scoprire.
Anche per la gastronomia!

La nostra terra infatti può offrire una serie di prodotti e abilità uniche che fanno la gioia dei nostri palati... e di quelli degli stranieri!!

Tanti sono gli amici olandesi, belgi, tedeschi che quando mi parlarno del Molise si lasciano andare a un moto di commozione descrivendo le nuove esperienze sensoriali che la nostra gastronomia ha svelato loro. C'è un campione olandese di thai boxing, ad esempio, che adora smisuratamente la pampanella (pubblicherò un suo intervento nei prossimi giorni).

Ora noi dell'AADI vogliamo valorizzare, per quello che possiamo, queste straordinarie risorse.
Abbiamo deciso perciò di avviare un processo di catalogazione e promozione delle migliori realtà locali, ristoranti, aziende di prodotti tipici di eccellenza, ma anche alberghi, bed&breakfast, pensioni che possano offrire al turista straniero un pò di quella migliore "molisanità" che tanto affascina i viaggiatori.

Realizzeremo un catalogo delle nostre migliori realtà, che saranno promosse in ogni modo dall'associazione: durante le fiere internazionali, sui nostri siti, durante le numerose occasioni pubbliche e private in cui l'AADI promuove e fa conoscere il Molise, durante le attività di incoming del flusso turistico che ci interessa.

Questo catalogo diventerà una sorta di bussola per i turisti stranieri con cui entriamo in contatto, che possa suggerire loro luoghi e prodotti da gustare, nell'ottica di massimizzare le loro soddisfazioni turistiche e garantire la fidelizzazione per la nostra terra. Del resto se tanti di questi turisti hanno già deciso di acquistare (o hanno già acquistato) casa in Molise, ci sarà un buon motivo!!

Per quanti, ristoratori o imprenditori del "buon gusto" siano interessati a partecipare alla nostra iniziativa, è possibile inviare una mail a quarantavitale@gmail.com oppure telefonare al numero 329 42 61 062 per dare la propria disponibilità.



The Molise is an Italian region to discover.
Also for the food!
Our land provides some unique products and abilities that are a real bliss for our senses... and for those of our foreign visitors as well!
Many Dutch, Belgian, German friends when they talk about Molise are touched, describing the new overwhelming sensorial experiences stemming from our food. There is a Dutch thai-box champion, for example, who immensely loves pampanella (spicy roasted pork meat). I will publish his interview in the next days.

AADI wants to valorise, as much as it can, those extraordinary resources.

So we decided to start a project of creating a catalog and promoting our best local product and activities, restaurants, producers of typical gourmet products, hotels, bed&breakfast that can offer to the tourists the best Molise, which is becoming more and more appreciated worldwide.

We we'll create a catalog/guide of our best offerings wich will be promoted with all means by AADI: during international fairs, on our websites, during the many public and private gatherings where AADI promotes Molise, during the tourists incoming activities.

This catalog/guide will become a compass througn which the tourist will plan his path in Molise, choosing places and products to experience, so that his satisfaction and fidelity for Molise will be guaranteed. After all, if many tourists already bought or decided to buy their second house in Molise, there must be a good reason for it!!

For those interested in participating the project of the catalog, it is possible to send an emal to quarantavitale@gmail.com or call +39 329 41 61 062.

02 novembre 2007

L'AADI presente su Gambero Rosso!


Un caloroso benvenuto ai lettori della prestigiosa rivista Gambero Rosso, che si sono incuriositi per l'articolo dedicato all'AADI a pagina 165 della rivista, numero di novembre, e hanno voluto approfondire la conoscenza dell'AADI visitando il nostro sito. Grazie!

La presenza sulla prestigiosa rivista è inserita in un approfondito reportage dedicato alla nostra piccola ma splendida regione.

Per quanti non abbiano potuto acquistare il numero attualmente in edicola, vedrò nei prossimi giorni di inserire l'articolo sul blog.

Il fatto che una rivista così prestigiosa e seguita si occupi dell'AADI come una delle realtà turistiche che contano nella nostra realtà locale ci riempie di orgoglio e ci spinge continuare sulla strada imboccata, che, crediamo fortemente, potrà portare tante cose buone al nostro contesto locale: una ventata della migliore Europa, un turismo di qualità, opportunità economiche per i giovani e meno giovani che abbiamo progetti da realizzare e che credano nelle enormi potenzialità del nostro sottovalutato Molise.

Noi siamo tra questi, e insieme a noi tanti molisani straordinari che abbiamo avuto la fortuna di incontrare sul nostro percorso, con i quali vogliamo costruire, per noi e per il nostro Molise, progetti fino a qualche mese fa neanche immaginabili.

E la cosa più bella è che la nostra Associazione è una casa aperta. Tutti quanti si ritrovino nello spirito associativo (che potrete conoscere leggendo i contenuti di questo sito) possono entrarvi e farne parte, e dare il loro personale e prezioso contributo alla vita associativa.

Invito quindi tutti gli interessati a inviare una mail a quarantavitale@gmail.com
o a contattarmi sul mio cellulare 329 42 61 062 per associarsi all'AADI o, comunque dare la propria disponibilità a contribuirvi, per quello che possono o desiderano.

Michele Vitale
Presidente AADI

10 ottobre 2007

UN WEEKEND A RACCOGLIERE LE OLIVE




Vi segnalo la seguente proposta proveniente dal sito amico colletorto.com per vivere da protagonisti l'esperienza della raccolta delle olive...
L'appuntamento dovrebbe essere dal 26 al 28 ottobre.
Per informazioni e prenotazioni, giovagiggi@colletorto.com


extravirgin olive oil and truffles from Italy Molise

This exclusive weekend break takes to you a special little corner of the world in the heart of Italy’s least known region, the Molise.

Here you will go out and pick olives with the local people. Later in the very same day you will go with the olives to the ‘Frantoio’ (olive mill) to see them magically transformed into extravirgin olive oil, some of which you will take home.

Colletorto village welcomes you with its stunning landscape, clean air, wholesome food and distinctive culture. Treat yourself!

The Weekenders are not for profit but are aimed at supporting the local community and promoting the rich heritage of the Molise. In collaboration with Colletorto local culture group L'ASSOCIAZIONE CULTURALE 'LA COCCINELLA'

INFO: giovagiggi@colletorto.com

19 settembre 2007

CONVEGNO UNIVERSITA' DEL MOLISE


Giovedì 27 settembre sarò presente, in rappresentanza dell'AADI, al convegno "IL GOVERNO DELLE RISORSE LOCALI" che si terrà presso la sede dell'Università a Termoli, organizzato dalla ARETHUSE (Associazione di Incontri Economici Tematici delle Università dell'Europa del Sud). Qui di seguito il programma del convegno.

27 settembre

9,30: Indirizzi di saluto ed Introduzione ai lavori

Interverranno:

Prof. Giovanni CannataRettore Università degli Studi del Molise

Prof. Francesco TestaPreside della Facoltà di Ingegneria

Prof. Maurice GozePresidente ARETHUSE

Prof. Ambrosio Sempere Flores – Presidente ARETHUSE Espaňa

Avv. Franco Giorgio MarinelliAssessore al Turismo Regione Molise

Notaio Vincenzo GrecoSindaco della città di Termoli

Ing. Antonio del TortoPresidente del Consorzio COSIB

Avv. Michele VitalePresidente dell’Associazione Amici Dell’Italia

10,15: Inizio lavori

11,00: Coffee Break

11,30: Lavori per sessioni parallele

13,00: Brunch

14,00: Lavori per sessioni parallele

16,00: Coffee Break

16,30: Lavori per sessioni parallele

18,00: Chiusura lavori della giornata

18,30: Assemblea ARETHUSE

20,30: Cena Sociale




Sarà un bella occasione per presentare l'AADI, e i suoi progetti.

L'inizio dovrebbe essere alle 9.30, ma vi confermerò l'orario preciso.

Ovviamente l'appuntamento è immancabile!
Vi aspetto numerosi.

Michele Vitale

INFORMAZIONI SULL'OLANDA



Ormai è chiaro. L'AADI ama non solo l'Italia, ma anche l'Olanda.
Perciò invito tutti a visitare il sito del nostro amico Francesco, appassionatissimo del paese dei mulini a vento al punto da creare due siti completamente dedicati a notizie curiose o interessanti su questa incredibile nazione (http://guidolanda.blog.dada.net/) e a informazioni turistiche utili e dettagliate (http://www.amsterdamtour.it/) per aspiranti turisti.

P.S. Francesco non è un tour operator, fa tutto questo per passione!!!

04 agosto 2007

RIAPERTURA WI-FI IN PIAZZA A TERMOLI


Con grande soddisfazione annuncio il ripristino del servizio wi-fi in piazza insorti d'Ungheria a Termoli.

L'importante risultato è stato conseguito grazie ai contributi privati di Antonio Chieffo e della Tag Comuicazioni S.p.A.

Cliccando qui sotto potrete ascoltare un breve messaggio audio di Antonio Chieffo diretto agli utenti del servizio.



Si tratta di una bella notizia per la Termoli che vuole rinnovarsi e crescere, offrendo servizi innovativi e utili alla propria cittadinanza e ai numerosi visitatori estivi.

Il servizio wi-fi in piazza garantirà la connessione a internet senza fili gratuita a tutti i visitatori e residenti della centralissima zona di piazza Insorti d'Ungheria.

I due generosi contributi privati che hanno reso possibile la riattivazione sono particolarmente significativi per la natura e qualità dei soggetti che da cui provengono:

I) Antonio Chieffo, consigliere regionale, il quale ha desiderato contribuire con propri fondi alla ripresa di un servizio che beneficia la cittadinanza di Termoli, e in particolare i giovani, il cui pane quotidiano culturale è costituito da internet, e gli operatori turistici, che possono disporre di un servizio di altissima qualità e utilità per attrarre turismo di alto livello presso le proprie strutture. Il contributo è particolarmente significativo perchè testimonia l'interessamento e l'avvicinamento, concreto e personalissimo, di almeno una parte della politica a tematiche legate a doppio filo all'innovazione tecnologica, alla promozione qualificata delle risorse territoriali, al mondo dei giovani.


II) La Tag Comunicazioni S.p.a., società di telecomunicazioni di Termoli in grande crescita, che si sa distinguere, oltre che per gli oggettivi meriti aziendali acquisiti, per la sensibilità e l'attenzione mostrata per lo sviluppo e innovazione sul nostro territorio termolese e molisano come attestato, del resto, oltre che dal fattivo contributo alla riattivazione del servizio wi-fi, dalla precedente realizzazione dell'hot-spot wi-fi di Difesa Grande, e dall'impegno profuso nella realizzazione del progetto Silcra (realizzazione di connettività wi-fi nella zona del cratere).


Il servizio continuerà ad essere erogato sulla base del progetto elaborato e sviluppato dall'AADI (Associazione Amici dell'Italia), dallo Studio Legale Quaranta, dalla Sistec S.r.l, sponsori iniziali. Cambia solo la modalità di iscrizione al servizio: non più l'iscrizione presso l'URP comunale, ma una più snella procedura di semplice invio di un sms con proprio cognome, nome e città di provenienza al numero 348 7412 954.

Il Wi-fi in Piazza pone Termoli all'avanguardia nel mondo tra le città turistiche che offrono servizi innovativi ai propri cittadini e turisti. Si pensi che l'unico esempio noto di spiaggie cittadine coperte dal segnale wi-fi è quello di Long Beach, in California. L'iniziativa Wi-fi in Piazza ha riscosso in effetti enorme successo: nonostante l'assenza completa di qualsiasi forma di pubblicità o informazione sulla presenza del servizio, in pochi mesi 90 cittadini termolesi si sono iscritti e hanno potuto navigare ogni giorno per 24 ore su 24 gratuitamente in internet dall'area coperta dal segnale.

Ogni vostro commento a questa notizia (che potete lasciare cliccando su "comment" alla destra in basso di questo post) è gradito, fatevi sentire!


Michele Vitale

Presidente AADI

13 giugno 2007

Regista olandese a Ripabottoni (CB) grazie all'AADI


Un'altro colpo messo a segno dall'AADI. Un'altra bella iniziativa che mira a valorizzare il nostro Molise.
A Ripabottoni è giunta Marlijn Bouman (nella foto con la maglietta nera), regista teatrale olandese, per girare delle riprese con tre attori professionisti olandesi e due giovanissimi attori locali.
Le riprese saranno impiegate nella piece teatrale "Un amore italiano in cinque silenzi", scritto da Davide Longo e diretto da Marlijn, di prossima rappresentazione in un importante teatro di Brema (Olanda).

A portare Marlijn a Ripabottoni è stata l'AADI e i suoi amici, che hanno fatto conoscere e amare l'incanto delle nostre colline più remote e incontaminate...

Marlijn si augura di poter portare lo spettacolo anche in Molise, per darle ancora una occasione per vivere la magia delle nostre terre...


Cliccate qui sotto per vedere altre foto...

Regista e attori olandesi a Ripabottoni

17 maggio 2007

10-13 Maggio 2007 Fiera Internazionale "de Smaak van Italie"

Di seguito un resoconto fotografico dell'evento che ha registrato la partecipazione di migliaia di olandesi, belgi e tedeschi innamorati del Bel Paese e delle sue peculiarità turistiche, gastronomiche, culturali.
Lo stand della nostra associazione, come di consueto, ha avuto grande successo e ha permesso la raccolta di centinaia di contatti di amici stranieri desiderosi di visitare la nostra regione, per turismo, lavoro, opportunità di investimento.
Ogni vostro commento/critica sarebbe graditissimo (quarantavitale@gmail.com).

Guarda la galleria fotografica della fiera

Per ulteriori informazioni sulla splendida cornice in cui si è tenuta la fiera:

- Castello De Haar

- Kasteel De Haar (sito ufficiale)




09 maggio 2007

COMUNICATO STAMPA

Il Molise presente alla Fiera del Prodotto Italiano in Olanda.

L'AADI (Associazione Amici Dell'Italia continua la sua concreta attività di promozione del Molise e delle sue ricchezze all'estero. L'associazione infatti parteciperà alla fiera "il gusto dell'Italia" che si terrà dall'11 al 13 maggio, fiera del prodotto italiano di qualità che si terrà presso il castello di Haarzuilen (vicino Utrecht).
Si tratta di una prestigiosa fiera internazionale interamente dedicata all’Italia e alle sue attrattive turistiche/gastronomiche. Lo scorso anno la fiera è stata visitata da oltre 35.000 persone (olandesi, belgi e tedeschi). Quest’anno l’AADI sarà presente con uno stand tra i più grandi della sua categoria (associazioni), il solo interamente dedicato al Molise, alle sue bellezze paesaggistiche e culturali, alle interessanti opportunità di acquisto immobiliare che offre al pubblico nord-europeo.
Lo scorso anno, l’AADI ha raccolto alla fiera oltre 150 contatti di stranieri che hanno poi visitato il Molise.Il presidente AADI, avv. Michele Vitale, condurrà in Olanda una delegazione di una ventina di Molisani (soci, imprenditori, simpatizzanti) che partiranno giovedì mattina da Termoli alla volta dell'Olanda, per dare il loro contributo di molisani appassionati della loro terra e delle sue ricchezze paesaggistiche e culturali a quegli olandesi che siano interessati ad incontrarli e scambiare esperienze, aspettative, impressioni sul Molise e su questo nostro modo di vivere e condividere l’Europa.
L’AADI crede profondamente negli ideali dell’Europa unita, che possono assicurare al Molise tante opportunità di sviluppo equilibrato e sostenibile, facendo leva su quelle che l’AADI sa essere le sue principali qualità: l’accoglienza, la ricchezza di vita, natura, cultura.Con questo spirito l’AADI parteciperà alla fiera in Olanda, sicura di capitalizzare il proprio entusiasmo per il Molise suscitando negli amici olandesi interesse e desiderio di visitare la nostra terra, come è già avvenuto lo scorso anno.Tutti i costi relativi all'organizzazione dello stand e del viaggio fanno capo a finanziamenti privati, olandesi e molisani.

Michele Vitale
Presidente AADI

23 aprile 2007

Dal sito primonumero.it:

Consulenti esterni, città divisa“Professionisti locali, unitevi”
I giovani avvocati Miele e Vitale reagiscono all’overdose di forestieri chiamati dal sindaco Greco con una proposta: un’associazione che riunisce i professionisti termolesi. “Dobbiamo farci sentire per vincere la diffidenza di chi pensa che siamo collusi con chi ha gestito il potere in passato”. Ma c’è anche chi difende le scelte del sindaco.


Il “dibbattito” (con due “b”) non accenna a placarsi. E si concentra su una domanda sempre uguale da qualche settimana: è giusta o sbagliata l’esterofilia del sindaco Greco che a Termoli, in pochi mesi, ha fatto arrivare una mezza dozzina di consulenti da fuori regione evitando accuratamente di pescare nel mazzo dei professionisti locali? Probabilmente, se lo stesso sindaco si fosse premurato di dare qualche spiegazione in più e se avesse di volta in volta dato pubblicamente conto delle ragioni delle sue scelte, la discussione si sarebbe già smorzata da tempo. Ma visto che finora le spiegazioni non sono mai arrivate – neppure a fronte di richieste ufficiali – la spaccatura tra “favorevoli” e “contrari” diventa ogni giorno più netta e in grado di dividere Termoli e i termolesi, indipendentemente dalle loro simpatie politiche.

Giusto per rinfrescare la memoria: il primo è stato il segretario comunale, fatto arrivare da Rodi Garganico; poi è stata la volta del nuovo capo dei Vigili Urbani pescato in provincia di Chieti; quindi un avvocato di Bari scelto per seguire i contenziosi del Comune davanti al Tar; per la questione dello smaltimento rifiuti ci si è affidati a un esperto di Pesaro; per la stesura del nuovo piano regolatore a un architetto de L’Aquila; ancora da Bari è stato chiamato un altro avvocato per dare consulenze legali al cosiddetto Ufficio di Piano; infine il nuovo dirigente del settore Lavori Pubblici è stato pescato in Provincia di Milano, anche se è di origine pugliese.

Quella che all’inizio poteva sembrare una casualità, col passar del tempo è diventata una chiara strategia. Di fronte alla quale, poco per volta, sono divampate le polemiche. E le prese di posizione. C’è chi, come il giovane Antonio di Simio, in una lettera inviata a Primonumero si definisce «scandalizzato» dalle critiche mosse ai consulenti di altre regione e dice: «Come ci si può indignare se il Segretario Comunale non appartiene alla dinastia dei puri termolesi o se il nostro sindaco non ha il suo albero genealogico piantato nelle spiagge di Rio Vivo Marinelle? O, addirittura, come si può arrivare al punto di effettuare finanche delle ricerche per scoprire il gran misfatto, e cioè che uno dei consulenti del comune è di Cerignola: la catastrofe».

Per Di Simio e per molti come lui, insomma, questo campanilismo che vorrebbe il Municipio popolato esclusivamente da professionisti di casa nasconde un anacronistico atteggiamento nei confronti di un’Italia che si apre sempre più all’Europa e di un’Europa che diventa sempre più Stato di tutti gli italiani.

Dall’altra parte, invece, c’è chi si sente offeso dalla «diffidenza di Greco verso i suoi concittadini». E’ il caso di Enrico Miele e Michele Vitale, 35 anni, avvocati entrambi, un tempo compagni di banco al liceo e ora - dopo la laurea e diversi master all’estero - associati nello stesso studio legale, l’uno presidente dell’associazione culturale “il Mosaico”, l’altro dell’Aadi.

Miele e Vitale qualche settimana fa hanno inviato una lettera aperta al sindaco Greco chiedendo «perché mai tutti professionisti di fuori regione». E forse la loro iniziativa, più di altre, ha alimentato il dibattito. Anche se la loro richiesta è rimasta sospesa nel vento. «Il sindaco» dicono «non ci ha risposto e per noi questo silenzio è stato clamoroso». Così hanno deciso di tornare all’attacco in un altro modo: «Di fronte al suo silenzio ci siamo detti che se fossimo stati cento piuttosto che due, sarebbe in qualche modo stato costretto a interloquire con noi. E allora abbiamo deciso di mettere in piedi un’associazione che unisca tutti i professionisti termolesi in erba (non per questo meno preparati): sarà un modo per proporsi e proporre consigli sull’amministrazione della nostra città come liberi cittadini».

Ok, il sindaco non vi ha risposto. Ma secondo voi perché Vincenzo Greco predilige i professionisti di fuori regione?
«Credo che Greco non si fidi dei termolesi perché pensa che siano tutti legati al passato, oppure collusi con poteri sporchi. E forse dei giovani pensa che siano inesperti».

I vostri colleghi e conoscenti cosa ne pensano invece?
«Beh, quelli che abbiamo sentito la vedono tutti come noi. Ma dopo quella lettera qualcuno ci ha detto: “Ma che siete pazzi? Vi mettete contro il sindaco?”. E invece noi non ci mettiamo proprio contro nessuno, perché volevamo e vogliamo solo dire la nostra. Tanto più che per questo Comune stiamo realizzando dei progetti: uno è il wi-fi in piazzetta e l’altro è il progetto sax-p, cioè la proposta di realizzare una sala multimediale-informatica per il Comune e poi gestirla. Non ce l’abbiamo con il sindaco, ma casomai con un vecchio modo di pensare, contro atteggiamenti arroganti e di distacco nei confronti dei giovani professionisti».

Voi cosa ne pensate dello staff scelto dall’amministrazione?
«Professionalmente nulla, perché neanche conosciamo personalmente gli operatori. Però ci sono cose che a volte ci lasciano interdetti. Si spendono 50mila euro per l’informazione, si crea un ufficio innovazione e poi nessuno ha mai pensato di diffondere il sistema wi-fi. Adesso a Difesa Grande il sistema sarà inaugurato in una nuova piazza, ma se ne occuperà “il Mosaico” come associazione».

Qualcuno però potrebbe obiettare che vi state spianando la strada alla carriera politica, oppure che siete intenzionati solo a farvi pubblicità?
«Noi non siamo politici e non vogliamo essere tali, ma fare politica con la p maiuscola, nel senso di contributo democratico alla città. Ci sentiamo come l’avanguardia di una coscienza critica giovanile più colta e più consapevole. Abbiamo elaborato un nuovo modo di affrontare i problemi: il ‘lateral thinking’, che significa guardare le situazioni che appaiono chiuse da un’altra prospettiva».

Spiegatevi meglio, volete applicare a Termoli un ‘pensiero laterale’?
«Esatto, vogliamo lavorare in team per combattere il vecchio modo di pensare, per valorizzare la meritocrazia, contribuire ad ampliare gli orizzonti di Termoli in modo da renderla più europea. Vogliamo dare voce a questa gioventù che viene infangata dal sospetto di essere collusa al vecchio potere. E’ una battaglia ideologica e non per prendere il posto di qualcuno. Francamente troviamo paradossale che chi lavora fuori regione sia penalizzato quando si tratta di lavorare per la propria città».

Credete che la mentalità dei termolesi abbia però dei limiti?
«Il tempo dell’orecchino al naso non esiste più, però a Termoli come in Regione c’è una strana mentalità diffusa, che è quella di legarsi al politico e la paura di esporsi per non contrastare i politici. E poi c’è una certa difficoltà a lavorare in team, ad unire le forze perché spesso prevale la diffidenza verso gli altri».

Dopo questa intervista vi aspettate una reazione?
«Francamente no, ma noi andiamo avanti per la nostra strada con lo scopo di partecipare alla vita collettiva».

04 aprile 2007

Dal sito estatermoli.it:


8 Belgi e 15 Olandesi a Morrone con l'AADI
Si è svolto sabato sera nella suggestiva cornice dell'albergo-ristorante "La Casa Molisana" a Morrone del Sannio un incontro informale con 8 turisti giunti mercoledì scorso dal Belgio per una visita turistica del Molise, anche allo scopo di valutare opportunità di acquisto immobiliare.

A dare il benvenuto agli 8, il presidente dell'AADI Michele Vitale che si è complimentato con Adrian e Hildegard, la coppia belga che ha venduto la propria casa in Belgio, abbandonato lavoro e affetti per trasferirsi a vivere e lavorare in Molise, impiegando anche da subito 2 risorse molisane, che lavoreranno nel loro albergo.

Il presidente Vitale ha ricordato che la Casa Molisana è solo uno dei tanti progetti che l'AADI ha seguito e supportato, volti a creare opportunità per una più marcata qualificazione in senso internazionale del turismo in Molise.

All'incontro hanno partecipato anche 15 associati AADI olandesi, i quali già da tempo dispongono di una proprio casolare in campagna o appartamenti finemente ristrutturati e arredati in piccoli borghi del Molise (Bonefro, Ripabottoni, Guglionesi). Le foto dell'evento sono disponibili a questo link.

Michele Vitale
Presidente AADI

03 aprile 2007

Dal sito estatermoli.it:


Successo dell'AADI di Termoli alla Fiera della Seconda Casa.

In attesa della prestigiosa Fiera internazionale del prodotto italiano che si terrà in Olanda a maggio e nella quale L'AADI sarà presente con un grande stand, l'associazione ha ritenuto di partecipare anche a un importante appuntamento fieristico dedicato al mercato immobiliare internazionale. Si è tenuta infatti ad Utrecht lo scorso 16,17 e 18 marzo la Fiera Internazionale della Seconda Casa, dove l'AADI era presente con uno stand (qui i dettagli) nel quale protagonista è stato il Molise e le sue ricchezze paesaggistiche, gastronomiche, culturali. Lo scopo dichiarato dell'AADI è stato quello di presentare la nostra terra come valida alternativa a località più blasonate e meglio conosciute dal mercato immobiliare internazionale di qualità, come la Toscana e le Marche.

E lo scopo è stato raggiunto a giudicare dai numeri, forniti dal presidente dell'AADI avv. Michele Vitale: centinaia di contatti con potenziali acquirenti, di cui 45 hanno già programmato una visita in Molise allo scopo di conoscerlo e valutarlo dal punto di vista immobiliare (i primi giungeranno a maggio).

E gli immobili considerati di interesse non sono palazzi o villette a schiera, ma casali di campagna da rivalutare e ristrutturare...Il successo dello stand dell'AADI ha suscitato interesse e curiosità anche negli stand delle "concorrenti" Toscana e Marche i cui curatori pare si siano avvicinati allo stand AADI per "lamentare" sportivamente che molti loro visitari chidevano informazioni su questo posto d'Italia sconosciuto chiamato Molise...

Questi risultati incoraggiano l'AADI a proseguire su una strada che si sta rivelando vincente: la promozione turistica a livello internazionale del nostro territorio, realizzata con una organizzazione internazionale (e non limitata al territorio) e facendo leva sul coinvolgimento di imprese e professionisti che credono nelle opportunità economiche del progetto e decidano di investirvi lavoro e finanze.

Questo schema ha consentito finora di finanziare numerose partecipazioni ed eventi locali e internazionali, senza il ricorso a fondi pubblici e, sempre, con un grande ritorno di immagine e opportunità anche commerciali per gli imprenditori e professionisti coinvolti, per l'associazione e, soprattutto, per tutto il Molise.

L'AADI (Associazione Amici Dell'Italia) è una associazione internazionale senza fini di lucro formata da cittadini molisani e stranieri uniti dalla passione per il Molise e intenzionati a promuovere all’estero, in particolare Nord Europa, i valori culturali, naturalistici e gastronomici della nostra regione.


Michele Vitale

Presidente AADI

26 marzo 2007

COMUNICATO STAMPA





L’AADI PORTA IN OLANDA 22 MOLISANI

L’AADI sarà presente a Utrecht, in Olanda, con un proprio stand presso un’importante fiera internazionale del prodotto italiano di qualità (De Smaak van Italie – Il gusto dell’Italia - dal 11 al 13 maggio prossimi -
http://www.desmaakvanitalie.nl), per promuovere il Molise. Per l’occasione, l’AADI condurrà una delegazione di 22 persone (ad oggi, ma le adesioni continuano a crescere) composta da associati e simpatizzanti che daranno il loro contributo di molisani appassionati della loro terra e delle sue ricchezze paesaggistiche e culturali a quegli olandesi che siano interessati ad incontrarli e scambiare esperienze, aspettative, impressioni sul Molise e su questo nostro modo di vivere e condividere l’Europa.
L’AADI crede profondamente negli ideali dell’Europa unita, che possono assicurare al Molise tante opportunità di sviluppo equilibrato e sostenibile, facendo leva su quelle che l’AADI sa essere le sue principali qualità: l’accoglienza, la ricchezza di vita, natura, cultura.
Con questo spirito l’AADI parteciperà alla fiera in Olanda, sicura di capitalizzare il proprio entusiasmo per il Molise suscitando negli amici olandesi interesse e desiderio di visitare la nostra terra, come è già avvenuto lo scorso anno.

Ogni volta che abbiamo occasione di incontrarci con gli amici olandesi, sperimentiamo la ricchezza dello scambio culturale e al contempo la condivisione di comuni ideali di fratellanza, amicizia, solidarietà. E’ incredibile constatare la sincera passione di questo popolo per la nostra terra! A tal punto che stiamo vagliando con gli amici olandesi la possibilità di istituire un gemellaggio di fatto con i nostri luoghi, che finalmente, porti qualche risultato concreto anche in termini di sviluppo turistico del territorio (ricordate i vari e costosi gemellaggi “ufficiali” con paesi della Croazia o dell’Albania? Con tutto il rispetto per queste degnissime nazioni, cosa hanno portato al Molise?).

Una bella notizia è che queste 22 persone, entusiaste di portare il proprio contributo personale all’estero, viaggeranno interamente a spese proprie e non del contribuente molisano, perché non un euro di quanto necessario alla realizzazione dello stand o dell’organizzazione del viaggio (pianificato con l’aiuto degli amici Giancarlo e David di un agenzia viaggi di Termoli) fa capo a fondi pubblici. Di questo ne siamo orgogliosi, anche se ci costa qualche sacrificio.

Ciò che dispiace, tuttavia, è che le istituzioni locali (Comune di Termoli e Regione Molise), benché interpellate da tempo sulla disponibilità a partecipare, anche nella semplice qualità di invitati all’evento, abbiano ignorato la nostra iniziativa.
Dispiace perché proprio in questi giorni si festeggia il 50° compleanno del Trattato di Roma, che ha gettato le basi dell’Europa unita così come la conosciamo oggi, e il disinteresse delle istituzioni molisane suona come una beffa alle legittime aspirazioni di noi cittadini europei.
Dispiace perché questa ci sembra una occasione mancata non tanto per il Comune di Termoli o per la Regione Molise, ma per noi molisani, che, come al solito, possiamo fare affidamento solo sulle nostre forze e sulla bontà delle nostre idee e capacità creative.
Dispiace perché l’entusiasmo degli amici olandesi per Termoli si è già manifestato ampiamente (basta verificare il numero di presenze di turisti olandesi a Termoli, durante tutto l’anno, rispetto alle presenze di turisti di altre nazioni; oppure basta ricordare l’evento organizzato dall’AADI lo scorso ottobre, quando una ventina di olandesi e belgi sono venuti per l’occasione a Termoli), ma questo evidentemente non è bastato.

Ma non vogliamo fare della polemica sterile, bensì critica costruttiva perché la nostra associazione crede ancora nelle proprie istituzioni, e ancora spera che il Comune e la Regione possano lavorare per contribuire a dipingere il futuro del Molise con i colori dell’Europa.

Dal sito primonumero.it:

Morrone del Sannio. Dal Belgio al Molise. Grazie all'attività di promozione turistica del territorio molisano svolta dall'AADI, 8 turisti giungeranno mercoledì 28 marzo a Morrone del Sannio dal Belgio. Accolti dal presidnete e da alcuni associati gli 8 visiterranno a Morrone l'albergo ristorante di Adrian e Hildegaard, la coppia belga che quest'anno, con grande coraggio e con il supporto dell'AADI, ha lasciato il paese nativo (vendendo anche la casa) per trasferisi definitivamente in Molise e aprire "la Casa Molisana", unica struttura ricettiva presente nella pur splendida Morrone che sarà inaugurata in aprile. Da lì inizierà una permanenza di vari giorni, che li porterà a scoprire le bellezze e i sapori del territorio molisano.La visita giunge proprio in concomitanza con i festeggiamenti del cinquantenario del Trattato di Roma, che ha gettato le basi dell'Europa unita così come la conosciamo oggi, e che guarda caso arriva proprio dal Belgio, primo firmatario del Trattato e "cuore" istituzionale dell'Europa (a Bruxelles sono presenti gli organi istituzionali europei).

07 marzo 2007

Dal sito primonumero.it:

21/02/07 - I NAVIGATORI DELLA PIAZZETTA, INTERNET GRATIS PER TUTTI.
Sono già una decina gli iscritti alla rete wi-fi (senza fili) attiva in piazza Insorti d’Ungheria. Studenti universitari e residenti possono collegarsi dal portatile gratuitamente. Il progetto è di due giovani avvocati, Enrico Miele e Michele Vitale, col patrocinio del Comune. Ed è quasi pronto un nuovo punto wireless in città, questa volta nel quartiere di Difesa Grande.
Non si possono scaricare file pesanti, ma almeno ci si può connettere liberamente a internet e controllare la posta elettronica, oppure leggere il giornale telematico o addirittura telefonare all’amico che è in Spagna e ha installato il programma che permette di dialogare gratis. Insomma: per chi non ha internet oppure non ha la linea adls a portata di mano, la soluzione offerta dalla linea wireless della piazzetta Insorti di Ungheria (comunemente piazza della Palma) è ottima. Una finestra sul mondo globale inedita per una cittadina come Termoli, che di colpo, grazie a questo esperimento di connessione senza fili, si trova catapultata nella cerchia dei Comuni tecnologici. L’idea piace molto agli studenti universitari, che non avendo la possibilità di installare una rete veloce a casa (dove vivono in affitto...) hanno iniziato a sfruttare il collegamento gratuito che copre una porzione della zona Ottocentesca del centro, fino al belvedere e al muraglione del Borgo antico. Il servizio di collegamento ad internet senza fili (Wi-Fi) è stato attivato alcuni giorni fa, e nonostante non sia ancora partita la campagna pubblicitaria conta già nove iscrizioni: soprattutto giovani universitari – che si collegano anche all’una della notte - e residenti del centro. Girano col portatile sotto il braccio o nella borsa, si siedono sugli scalini o ai tavolini all’aperto del bar e navigano, come se fossero in un internet-point. Con la differenza che non ci sono tariffe da pagare, non ci sono orari, e si possono abbinare passeggiate e tecnologia senza fatica. Il servizio è stato voluto da due giovani avvocati che fanno dell’innovazione il loro punto di forza, anche nella conduzione della loro attività professionale: Michele Vitale ed Enrico Miele. Che dall’iniziativa non ci guadagnano niente, ma «almeno riusciamo a offrire qualcosa di nuovo per la città, per gli stranieri e i turisti che arrivano a Termoli e anche ai nostri amici olandesi dell’Associazione Amici dell’Italia (Aadi)». E proprio dall’Aadi è partito l’impulso per il progetto, sviluppato con il patrocinio del Comune di Termoli, che per sei mesi pagherà la connessione al provider, e con la sponsorizzazione tecnica della ditta Sistec e dello Studio Quaranta». Anche se l’accesso è gratuito, per collegarsi ad internet è necessario andare in Comune e rivolgersi all’ufficio Urp (Relazioni col pubblico) con la copia di un documento di riconoscimento (sono procedure previste dalla legge), compilare un modulo e attendere massimo due giorni l’arrivo della password, da digitare per accedere al web. Una volta entrati si potrà rimanere connessi per due ore al giorno (anche se in questa fase di avvio il collegamento dura di più). L’idea di Enrico e Michele è quella di estendere il servizio anche in altre zone della città. E già ci stanno lavorando. Tra qualche giorno, infatti, dalla chiesa di Santa Maria degli Angeli a Difesa Grande partirà un nuovo punto di allaccio ad internet senza fili. Questo sarà molto più potente di quello della piazzetta della Palma, che ha un raggio di circa trecento metri, e coprirà una zona più ampia del quartiere. Anche questa volta l’accesso sarà gratuito e aperto a tutti.
For info, quarantavitale@gmail.com

Dal sito primonumero.it:

22/12/06 -BELGIO ADDIO, SI VA IN MOLISE

Il sogno di due turisti per caso Adrian e Hildegard, nati e sempre vissuti in Belgio, decidono di abbandonare tutto per trasferirsi nella nostra regione di cui fino al 2004 non conoscevano neppure l’esistenza. In primavera apriranno a Morrone “La Casa Molisana”, un ristorante-albergo dove accoglieranno ospiti internazionali desiderosi di riscoprire genuinità e riposo: “Se qualcuno cerca relax e genuinità, questo è il posto giusto”
Perché due persone a un certo punto della loro vita – nel bel mezzo della loro vita - decidono di chiudere col passato e invece di andarsene in qualche appagante isola tropicale o in qualche romantico villaggio della Provenza decidono di trasferirsi in Molise? E perché scelgono proprio Morrone? E, soprattutto, perché lo fanno se qui non conoscono nessuno e, fino a qualche tempo fa, non sapevano neppure che esistesse questa regione? Domande a cui Adrian e Hildegard rispondono con molto orgoglio, entusiasti della scelta fatta, convinti che una decisione così ha a che fare con quelle sensazioni che riguardano l’anima e il mondo di intendere la vita delle persone. Quelle sensazioni che, viste con occhi estranei, possono aiutare a capire qualcosa di più, nel bene e nel male, della terra in cui si vive. Qualche anno fa Adrian ed Hildegard speravano di poter, un giorno, cambiare vita: mollare casa e lavoro, in Belgio - dove sono nati e hanno sempre vissuto -, per aprire in Italia un piccolo albergo con un ristorante. Adrian ha cinquant’anni ed è responsabile di un’industria chimica nei pressi di Maarkedal, una cittadina della Fiandra occidentale dove vive con Hildegard, che ha 45 anni ed è casalinga. In passato, durante i periodi di vacanza i due sono stati spesso in Italia: Toscana, Umbria, Veneto, Lombardia, Piemonte. E nel 2004, mentre erano in viaggio per la Sicilia hanno deciso di passare dal Molise per trovare un amico, Hanns, conosciuto qualche mese prima ad Utrecht, in Olanda, alla fiera della seconda casa, dove Hanns aveva allestito uno stand in cui presentava il Molise. Per moglie e marito, nonostante i numerosi viaggi in Italia, la piccola regione del Sud rimaneva sconosciuta e misteriosa: «Noi del Molise non avevamo mai sentito parlare, non sapevamo nemmeno dove e cosa fosse – spiega Adrian in perfetto italiano, imparato nei corsi serali - Ma eravamo rimasti molto colpiti dalle parole di Hanns, che ci aveva invitato a fargli visita a Bonefro». E così mentre erano in viaggio ad un certo punto hanno deciso di cambiare percorso e hanno raggiunto l’amico che li ha ospitati per un paio di giorni. Poi sono ripartiti per la Sicilia, ma dopo qualche giorno sono ritornati di nuovo in Molise. C’era qualcosa che li aveva particolarmente colpiti: «A Morrone avevamo visto una casa bellissima – spiega Hildegard, che come il marito ha seguito un corso di italiano – Era tutta in pietra, circondata da un giardino. E’ stato amore a prima vista, e quella casa volevamo vederla di nuovo». Poi l’hanno voluta scoprire altre volte: nel 2005, infatti, anche solo per qualche giorno, Adrian e Hildegard sono tornati «per vedere la natura di questo posto nelle varie stagioni dell’anno». Alla fine, nel dicembre del 2005, dopo dubbi e ripensamenti hanno deciso di comprare quella vecchia casa colonica alle porte di Morrone dove cent’anni fa c’era un mulino, e di realizzare così quel sogno che avevano rimandato per tanti anni. Anche se i genitori erano un po’ contrari, e più di qualche amico ha continuato a dissuaderli: «E’ un po’ azzardato trasferirsi lì». Ormai, però, nessuno può più distoglierli dal loro proposito. Dicono di essere rimasti colpiti da due cose: dalla gente, molto disponibile e cordiale, ma soprattutto dalla natura. «Anche noi in Belgio abbiamo un ambiente molto bello, e ne siamo davvero orgogliosi, ma non c’è l’atmosfera, i colori, la quiete e l’armonia che si vive qui e che probabilmente la gente del posto nemmeno sa di avere. E’ un grande patrimonio, che andrebbe valorizzato e tutelato». Nei mesi scorsi, dopo l’estate, Adrian e Hildegard hanno venduto casa in Belgio e utilizzato quei soldi per acquistare e ristrutturare il casale. A fine gennaio si sono trasferiti in Molise e ad aprile inaugureranno il ristorante-albergo “La casa Molisana”, un ristorante con un piccolo albergo di 4 camere. Hanno già le idee molto chiare su come valorizzare i piatti della cucina locale che, sembrerà paradossale, saranno preparati da una cuoca del posto, Teresa, e da un’aiutante olandese, Ramon, anche lui affascinato dalla bellezza del nostro territorio molisano. E anche lui in procinto di lasciarsi alle spalle la sua vita olandese. Loro sono convinti che anche in regione possa svilupparsi il filone del cosiddetto “turismo sostenibile”, destinato a pochi, anche se non ci sono città d’arte e le infrastrutture sono carenti: «Se qualcuno cerca relax, distrazione e genuinità, il Molise è il posto giusto».